Con l’arrivo della prova costume, anche chi è stato pigro tutto l’inverno inizia a fare attività, ma lo sport in estate necessita di precauzioni particolari e può creare problemi a livello osteoarticolare. Per fortuna, ci sono piccoli ma importanti accorgimenti da tenere in considerazione, iniziando dalla scelta dell’orario nella quale fare attività sportiva, dando preferenza a quella delle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio, per ridurre la perdita di acqua e di sali minerali.

«Dopo un’attività sportiva impegnativa, è importante non dimenticare di fare 10 minuti di stretching. Inoltre, il metabolismo si deve ristabilire piano piano dopo lo sforzo fisico, poiché i processi digestivi sottraggono sangue ai muscoli» spiega Giorgio Maria Calori, direttore della Divisione di chirurgia ortopedica riparativa dell’Istituto ortopedico Gaetano Pini di Milano. «Per questo motivo, è bene non fare un pasto prima di 2-3 ore dal termine dello sport».

Ecco alcune importanti indicazioni e suggerimenti per chi vuole proteggersi da inutili danni durante le vacanze facendo sport in estate.

Sport in estate: i suggerimenti

• Per chi è ben allenato, la saltuaria corsa sulla spiaggia può essere un buon allenamento per irrobustire la muscolatura di piedi e gambe; ma per gli sportivi improvvisati, può essere un vero rischio per i tendini della caviglia.

Il consiglio: correre sulla sabbia bagnata in prossimità della battigia, dove il suolo è più compatto, e indossare sempre scarpe da corsa, per non rischiare di tagliarsi o di graffiarsi. Evitate di correre su terreni in pendenza, così come la sabbia non dà un adeguato sostegno a piedi e caviglie, causando un aumento del rischio di danni alle articolazioni.

• Per gli appassionati di nuoto, la stagione estiva è il momento migliore. Per chi soffre di artrosi lombare e alle ginocchia, il nuoto e l’acqua-gym sono le attività consigliate.

Il consiglio: evitare lo stile a rana o a delfino.

• Per i ciclisti è importante una regolazione ottimale dell’altezza e della posizione di manubrio e sellino.

Il consiglio: il manubrio deve essere regolato in modo tale da non avere una posizione troppo flessa in avanti, perché può provocare un maggior sovraccarico dei dischi intervertebrali. La sella va regolata in base alla propria altezza, per ottenere una pedalata armonica e un’estensione completa del ginocchio.

• Estate significa anche partite di calcetto e di beach-volley sulla spiaggia. Tra i traumi più frequenti ci sono la distorsione del pollice e della caviglia, nonché le fratture del polso. Sono molto comuni anche le tendiniti del ginocchio negli sport di scatto e in quelli che richiedono attività ripetuta di salto.

Il consiglio: far uso di bendaggi funzionali a livello dell’articolazione tibio-tarsica.

• Per chi pratica il tennis, c’è il rischio di sviluppare tendinopatie del gomito.

Il consiglio: tendere meno le corde della racchetta e riscaldarsi in maniera adeguata prima della partita.

• Anche i surfisti devono fare attenzione. Oltre a lesioni dell’apparato osteo-articolare o dell’apparato muscolare-legamentoso, ci sono lesioni croniche, come le rachialgie posturali, le tendinopatie inserzionali e le borsiti.

Il consiglio: fare un buon allenamento prima del caldo, per rinforzare la muscolatura della spalla. Inoltre, eseguire stretching del rachide dorso-lombare a fine allenamento.

(Cesare Betti)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here